Klima

Villaggio tipico di pescatori con pochi abitanti e case colorate a due piani nelle cavità naturali delle rocce.

Al piano terra, nei cosiddetti "sirmata" si custodivano le barche dei pescatori, mentre al primo piano vivevano le famiglie. Oggi la maggior parte di questi alloggi vi aspettano per essere fotografati con attorno  colori  di tonalità vivace ed i  gatti sdraiati pigramente al sole.

Oltre a ciò, nella zona circostante di Klima vedrete le rovine della città vecchia e del primo porto dell'isola. Dopo il declino e la distruzione di Filakopì, i Dori costruirono dalla parte meridionale di Tripiti fino all’attuale zona di Klima, la seconda città più grande dell'isola (1100 a.C..- 800 a.C.). Oggi  potete visitare le due acropoli del villaggio, la collina del Profeta Elia e Pyrgaki, per vedere  pezzi del muro del mercato e parti del tempio di età ellenistica e romana,  parti del teatro antico ed il punto dove fu trovata la venere di Milos.

 

Scendete alla fine della strada di Tripiti verso le Catacombe, lasciate l'auto e proseguite a piedi il sentiero. Inizialmente potrete vedere le antiche mura della città, a pochi passi più avanti, in una zona dove si presuppone vi fosse il ginnasio, si vede il posto dove un agricoltore locale nel 1820 trovò la famosa statua della dea Venere (120 aC). Proseguendo a piedi lungo la strada sterrata arriverete all’Antico  Teatro Romano, dove c'è un sentiero per scendere gli audaci fino al villaggio di Klima.

 

Additional Info

  • Localita: Klima
  • Mappa: